*Speciale FUKUOKA

Una città dai mille volti

Fukuoka, una città gradevole che vi invita ad approfittare al massimo del tempo trascorso qui.

Fotografo: Fumio Hashimoto

Fra imponenti grattacieli e migliaia di insegne luminose, la città di Fukuoka, popolata da un milione e mezzo di abitanti, nasconde uno stupefacente mondo rurale.
Percorrendo la capitale di Kyushu, ci si lascia conquistare dallo stile di vita caratteristico e da una certa indolenza. Su un’isola artificiale (Island City) nella baia di Hakata, si può osservare un paesaggio futurista in armonia con la natura. Questa unione è simboleggiata da uno spazio verde e floreale, il centro di educazione sperimentale Grin Grin concepito dall’architetto Ito Toyo, vincitore del Premio Pritzker 2013, onoreficenza considerata come il Nobel per l’architettura. A due passi da Tenjin, il quartiere costituito da strade e viali sotterranei dedicati allo shopping, si trova il grande parco acquatico Ohori. Lontano dalla frenesia urbana, è un’oasi per i cittadini, un’autentica bolla d’ossigeno. Poche vie più in là, si arriva sul porto e al mercato del pesce di Nagahama, famoso per i suoi prodotti ittici freschissimi pescati al largo del mare di Genkai. È in questa baia che i turisti e gli abitanti vengono per ritrovare qualche attimo di calma e serenità su una delle isole protette dall’urbanizzazione. Qui sta tutto lo charme di Fukuoka: poter alternare gli universi in cui trascorrere il proprio tempo tra natura e città. Il centro attira sempre più creativi, giovani uomini d’affari e studenti alla ricerca di laboratori innovativi. Definita dal governo come una delle zone strategiche speciali grazie alla sua economia, Fukuoka è la prima metropoli giapponese a rilasciare agli stranieri un visto per creare le proprie start up sul posto, così da incoraggiarli a venire qui ad aprire nuove imprese.
La città è un invito continuo ad approfittare del tempo. Grazie all’aeroporto idealmente situato a quindici minuti dalla stazione di Hakata, grazie alla sua rete di trasporti, alla sua metropolitana e ai numerosi autobus, Fukuoka offre un autentico confort per i viaggiatori e per gli abitanti.

Grin Grin, concepito da Ito Toyo, si nasconde nel Parco Island City
Grin Grin, concepito da Ito Toyo, si nasconde nel Parco Island City

UNA CITTÀ, DUE STILI DIVERSI
Separata dal fiume Naka, la città signorile di Fukuoka ad ovest è diventata un tutt’uno nel 1899 con Hakata, ad est, città di mercanti. Quest’ultimo nome è attualmente usato per chiamare la stazione. Le due parti della città hanno conservato i loro diversi stili.

 

Baia di Hakata
Il lungomare, con le sue spiaggie balneabili per due mesi all’anno, si affaccia sulla baia di Hakata. Quest’ultima accoglie tre isole, dove si viene in famiglia per pescare e per rilassarsi. Nokonoshima, a dieci minuti di barca, è una bolla di verde nel mezzo dell’oceano. Si viene per ammirare i fiori di stagione che punteggiano la parte nord. L’ideale è affittare una bicicletta e approfittare di un’escursione attraverso la foresta e i campi di citrus amanatsu che ricoprono il resto dell’isola. Più in là, l’isola di Genkai (Genkaijima) offre una magnifica vista sul suo centro principale e propone interessanti scoperte gastronomiche grazie a diversi ristoranti di frutti di mare. Più vicina ed accessibile grazie a un ponte che la collega direttamente a Fukuoka, l’isola di Shika (Shikanoshima) nasconde una testimonianza della storia del Giappone. Una stele indica il luogo dove è stato trovato il sigillo d’oro offerto dall’imperatore della Cina al re di Nakoku, l’attuale Fukuoka. Questo “sigillo del re di Na” risalente all’anno 57 si trova nel museo cittadino.

Panorama dall'isola di Nokonoshima
Panorama dall’isola di Nokonoshima

Una città in festa!
Il periodo ideale per scoprire Fukuoka è durante il Festival Hakata Gion Yamakasa, dal primo al 15 di luglio. Quest’appuntamento, classificato “Patrimonio Immateriale del Giappone”, vede migliaia di uomini in shimekomi, indumenti antichi, intenti a correre attraverso le strade spingendo carri pesantissimi, su cui appaiono personaggi ispirati a leggende o cartoni animati. Ognuno dei sette quartieri (nagare) partecipanti è rappresentato da un carro. L’ultimo giorno del festival, alle 4h59, una parata di sette carri si lancia in una corsa di cinque chilometri attraverso le vie di Hakata. Durante tutto questo periodo il centro di Fukuoka è decorato in modo festivo. Diversi kazariyama, carri decorativi alti circa dieci metri, sono esposti in quattordici luoghi differenti nei quartieri di Tenjin e di Hakata. Nel corso del resto dell’anno, se ne può ammirare uno presso il santuario di Kushida-jinja. Per approfittare di questo appuntamento annuale erede di una tradizione antica 750 anni, è fortemente consigliato prenotare il proprio hotel con largo anticipo.